Cyber Security | 2 min read

Protezione Dispositivi da Minacce Informatiche con SentinelOne EPP - Il Caso Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa

Protezione Dispositivi con SentinelOne EPP - Case Study Scuola Superiore Sant'Anna
Protezione Dispositivi con SentinelOne EPP - Case Study Scuola Superiore Sant'Anna

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa è un istituto universitario ad ordinamento speciale tra i più prestigiosi in Europa. Dipendenti della facoltà, studenti e gruppi di ricerca collaborano con molte organizzazioni esterne, perciò necessitano di un’infrastruttura di rete aperta e flessibile.

Inoltre, utilizzano spesso dispositivi mobili per condurre ricerche e conservare dati sensibili sfruttando la rete dell’istituto, la quale non garantiva una protezione totale da possibili minacce informatiche.

La Sfida: Bilanciare l'Apertura con la Protezione da Minacce Informatiche

Nel corso del 2017 si sono verificati centinaia di attacchi informatici nel settore della formazione; in un ambiente come quello universitario, la protezione di dispositivi e dati da minacce di ogni tipo è fondamentale per garantire il rispetto della privacy e dei requisiti normativi europei.

La soluzione antivirus adottata in precedenza da Sant’Anna non era sufficientemente efficace nel rilevamento di possibili minacce; inoltre, le attività di ricerca condotte in ambiente cloud risultavano difficili da proteggere con i tradizionali prodotti di mercato basati su firme e whitelisting.

In ottica di mantenere un grado di apertura elevato, la ricerca della soluzione ottimale si è incentrata su soluzioni basate su analisi comportamentale; le esigenze dell'Istituto richiedevano l'implementazione di una soluzione innovativa e avanzata per la protezione di endpoint.

Soluzione per la Protezione da Minacce Efficace e Flessibile

La soluzione SentinelOne Advanced Endpoint Protection ha consentito di proteggere tutti i dispositivi da minacce conosciute e sconosciute; anche i dispositivi mobile sono adesso al sicuro sia in modalità online che offline.

SentinelOne protegge tutta l’infrastruttura di rete da ogni tipologia di attacco, in qualsiasi fase del ciclo di vita delle minacce, senza alcun impatto sulle funzionalità dei dispositivi degli utenti.

Nei primi 5 mesi dall’avvio del progetto, i risultati hanno superato le aspettative: a fronte di un deployment automatizzato su tutti gli endpoint Sant’Anna, non si sono verificati attacchi cryptolocker o altre infezioni e non è stato necessario eseguire alcun intervento di ripristino dei sistemi; tutto questo si è tradotto in un notevole abbattimento del Total Cost of Ownership.

“SentinelOne protegge l’infrastruttura in maniera completamente automatizzata. Annulla qualsiasi tipo di modifica apportata alle impostazioni di sistema, ripristinando immediatamente i file compromessi e impedendo il propagarsi dell’infezione ad altri sistemi della rete. Vederlo in azione è sorprendente”

afferma Italo Lisi, CIO presso Scuola Superiore Sant’Anna.

Se vuoi scoprire di più sulle funzionalità di SentinelOne puoi inviare una mail a cio@florence-consulting.it oppure chiamare lo (055) 538-3250.

In alternativa puoi scrivere la tua domanda compilando il form sottostante.

Related stories